XXXVI Trofeo Bianchi e Tempifreschi e XVII Luca D’Amico

La pioggia non ha rovinato la tradizionale corsa campestre a staffetta che ha visto anche per questa edizione una massiccia partecipazione di studenti (232 gli iscritti ) provenienti da istituti pistoiesi e addirittura da fuori provincia. Un evento organizzato ormai da 36 anni in memoria di tre studenti morti in incidenti stradali: Enrico Bianchi, Rossana Tempifreschi e Luca D’Amico. La competizione vuole sensibilizzare i ragazzi al corretto uso di cicli, motocicli, e auto attraverso lo sport, che diventa veicolo primario di diffusione di valori sociali. La competizione sportiva, denominata “Una corsa per la Vita” si è svolta lungo i percorsi dell’istituto Agrario. Per quanto riguarda gli allievi si è imposto l’istituto Pacini con il quartetto Venturi-Fidanzi-Salani-Talini, che ha chiuso il percorso in 11’09”. Una doppietta per l’istituto pistoiese, visto che anche in campo femminile ha vinto una sua staffetta Zoppi-Sichi-Vannucci-Lenaz  che hanno chiuso con il crono di 13’45”. Nella categoria juniores invece il double l’ha firmato il liceo scientifico Savoia: tra gli uomini hanno trionfato Cella – Melchiorre – Romagnani – Boiardi con un tempo di percorrenza di 11’30”, tra le donne Esposito – Di Berardino – Possentini – Esposito con 14’18”. Per quanto riguarda la classifica a squadre infine, vittoria per il Salutati di Montecatini davanti al Pacini e al Savoia, rispettivamente secondo e terzo. I vincitori sono stati premiati dalla preside dell’Istituto Concetta Saviello, dall’assessore allo sport di Pistoia Gabriele Magni e dal suo collega Maurizio Bruschi di Serravalle, dalla delegata del Coni Vittoriana Gariboldi e dal presidente della Fondazione Agraria Eugenio Fagnoni. La seconda parte di questo evento si svolgerà il 30 gennaio 2020 al Teatro Bolognini, con la proiezione di alcuni cortometraggi, iniziativa di riflessione e di studio sul tema dell’educazione stradale e, in particolare sull’etica dei comportamenti ed il rispetto delle regole. Un sentito ringraziamento va all’organizzatrice dell’evento Prof.ssa Monica Pisaneschi.